domenica 11 ottobre 2020

LA MIA RELIGIONE NON ESISTE

 

LA MIA RELIGIONE NON ESISTE

Una cosa è certa, io sono contro qualsiasi religione, ma non sono il classico ateo. Non mi faccio scrupoli a dirlo e mostrare tutto il mio dissenso verso qualsiasi forma di religione. Secondo me, come diceva Margherita Hack, non è necessario avere una religione per avere una morale, perché se non si riesce a distinguere il bene dal male, quella che manca è la sensibilità, non la religione. E non ha senso fare del bene se ciò ha come fine la ricompensa divina, la salvezza eterna. Le persone religiose sono egoiste e deboli. Hanno bisogno di qualcuno che racconti loro sciocchezze senza alcun senso logico per inerpicarsi verso una falsa felicità. Gli esseri umani, non hanno le potenzialità per trovare certe risposte. Questo gli induce a seguire tutti coloro che offre loro delle certezze, seppur errate. Su questo principio si basa la religione. Tutto questo perché gli umani hanno bisogno di essere felici. La felicità è inutile. Sbattersi troppo per procurarsi soddisfacimento non ha senso. La nostra vita, l’amore, l’odio, la paura, la felicità, non sono altro che la stessa cosa: un sogno, vissuto con l’illusione di essere vivi. Una volta morti, tutto quello che si è fatto in vita sparisce, evapora, insieme ai nostri miseri corpi, quello che rimane è dentro di noi. Credo invece nel Karma e nella reincarnazione. Per l'anima non vi è nascita né morte. La sua esistenza non ha avuto inizio nel passato, non ha inizio nel presente e non avrà inizio nel futuro. Essa è non nata, eterna, sempre esistente e primordiale. Non muore quando il corpo muore. La legge di causa ed effetto, conosciuta nella letteratura vedica come "legge del karma" e simboleggiata nella Bibbia dalla frase "ciò che semini raccoglierai", accompagna logicamente il concetto di reincarnazione. Spesso confuso con una specie di punizione, il karma, propriamente compreso, è un sistema didattico dal quale si può trarre insegnamento; se si fanno le cose giuste, tutto andrà bene, mentre se si fanno cose sbagliate tutto andrà male; così è possibile imparare dai nostri errori. Spesso l'apprendimento è sottile quindi, anche se non ricordiamo gli errori commessi nelle vite precedenti, saremo guidati naturalmente verso il progresso, o il regresso, secondo i desideri e le attività del passato. Il fatto che non si possano ricordare le attività del passato non dimostra affatto che non esistano. Gli scettici sostengono che la reincarnazione è la speranza di chi non riesce ad accettare la morte. Molti non desiderano però reincarnarsi, ma cercano di perfezionare le loro vite in vista di un obiettivo al di là del mondo materiale.


 

martedì 1 settembre 2020

Cascata delle Marmore (Music Relax)


La Cascata delle Marmore è una cascata che si trova a circa 7 km di distanza da Terni, in Umbria, quasi alla fine della Valnerina, la lunga valle scavata dal fiume Nera. È una cascata a flusso controllato, tra le più alte d'Europa, potendo contare su un dislivello complessivo di 165 m, suddiviso in tre salti, inserita in un grande parco naturale. Il nome deriva dai sali di carbonato di calcio presenti sulle rocce che sono simili a marmo bianco. (Cascata_delle_Marmore)
 

sabato 22 agosto 2020

P.O.D. - "Circles" (Traduzione)

P.O.D.: il video di "Listening For The Silence"


CIRCLES

And wake up to make up what is real
Rotate your mind, state the standstill
Partake in mistakes, spin the wheel
To date medicate, so just take the pills
Prescriptions permitted ‘cause he said it is
Accept these stimulants, sedatives
Legal life, this guy’s high in his head
He’s too low to cry,
so he’s laughing instead
I hear you like the tough love
Poison heals the pain
Then push turns to shove ‘cause
Poison kills the pain
You could be my next buzz
Poison heals my pain
When will it be enough ‘cause
Poison kills the pain
I’m just right here spinning in circles
I’m spinning in circles
Spinning, spinning, spinning, spinning in circles
Spinning, spinning, spinning, spinning in circles
Heartbreak, my soul aches,
what’s the deal?
I’m not high like butterflies, what I feel?
If it’s love, it’s too good to be real
I would give you anything, just ask me, I will
Passion that cause infatuation
Delusions of lust, my fascination
Obsession, my new addiction
There’s no telling what I’d do
if you leave me again
I hear you like the tough love
Poison heals the pain
Then push turns to shove ‘cause
Poison kills the pain
You could be my next buzz
Poison heals my pain
When will it be enough ‘cause
Poison kills the pain
I’m just right here spinning in circles
I’m spinning in circles
Spinning, spinning, spinning, spinning in circles
Spinning, spinning, spinning, spinning in circles
I’m just right here spinning in circles
I’m spinning in circles
Spinning, spinning, spinning, spinning in circles
Spinning, spinning, spinning, spinning in circles

IN TONDO

E ti svegli per recuperare ciò che è reale
Ruoti la tua mente, dichiari l’arresto
Partecipi agli errori, giri la ruota
Ad oggi medichi, così prendi le pasticche
Le prescrizioni lo permettono perché lo dicono
Accetti queste stimolazioni, sedativi
Vita legale, questo tizio è strafatto
É troppo depresso per piangere e,
invece, inizia a ridere
Ti ho sentito come l’amore duro
Il veleno cura il dolore
Poi spingi, giri per spingere perché
Il veleno uccide il dolore
Potresti essere il mio prossimo ronzio
Il veleno cura il dolore
Quando sarà sufficiente perché
Il veleno uccide il dolore
Sono proprio qui che sto girando in tondo
Sto girando in tondo
Giro, giro, giro, giro in tondo
Giro, giro, giro, giro in tondo
Crepacuore, la mia anima dolorante,
qual’è il problema?
Non sono in alto come le farfalle, cosa provo?
Se è amore, è troppo bello per essere vero
Ti darei qualsiasi cosa, chiedimi, lo farò
La passione che causa l’infatuazione
Le delusioni del desiderio, il mio fascino
Ossessione, la mia nuova dipendenza
Non si può dire cosa farei
se mi lasciassi ancora
Ti ho sentito come l’amore duro
Il veleno cura il dolore
Poi spingi, giri per spingere perché
Il veleno uccide il dolore
Potresti essere il mio prossimo ronzio
Il veleno cura il dolore
Quando sarà sufficiente perché
Il veleno uccide il dolore
Sono proprio qui che sto girando in tondo
Sto girando in tondo
Giro, giro, giro, giro in tondo
Giro, giro, giro, giro in tondo
Sono proprio qui che sto girando in tondo
Sto girando in tondo
Giro, giro, giro, giro in tondo
Giro, giro, giro, giro in tondo 

domenica 9 agosto 2020

Microchip 5G nascosti nelle mascherine


Le mascherine chirurgiche, così semplici e sottili, nasconderebbero al loro interno dei microchip attivabili grazie alla rete 5G. Una voce lanciata sui social con l'intento, assolutamente ironico, di coniugare tra loro tutte le principali bufale dei complottisti diffuse negli ultimi mesi. Eppure qualcuno c'è cascato, come Alessandro Meluzzi, che su Twitter ha ricondiviso un tweet palesemente ironico. 

e c'è chi invece ha fatto un video ironico...


venerdì 7 agosto 2020

venerdì 31 luglio 2020

Phishing


Gli attacchi alla sicurezza dei dati sensibili sono in continuo aumento e le tecniche di phishing diventano sempre più raffinate.
Findomestic è attenta a queste problematiche e da tempo ha inserito una firma crittografata che rende le sue e-mail tra le più sicure dell'intero sistema bancario.
Cos’è il phishing?
Il phishing è un tipo di truffa informatica che consiste nell'invio, da parte di malintenzionati, di e-mail o sms fraudolenti o sospetti, che richiedono con urgenza di cliccare un link o un pulsante, con lo scopo di ottenere informazioni bancarie e personali dell'utente.
Ecco alcuni semplici consigli per difenderti dal phishing:
1
Non dare a nessuno le tue credenziali; Findomestic non chiede mai, direttamente o tramite terzi, informazioni relative ai tuoi codici di accesso o OTP, ricevuti tramite notifica o sms
2
Custodisci con attenzione il tuo cellulare certificato, di cui ci hai dato il numero
3
Se dovessi ricevere una e-mail, che richiede di cliccare con urgenza un link o di comunicare i tuoi codici di accesso alla tua area clienti, non rispondere e non fare niente di quanto ti viene chiesto
4
Diffida di messaggi non personalizzati, scritti in forma poco corretta, che utilizzano toni intimidatori e invitano a compiere azioni con troppa urgenza
5
Ricorda di non cliccare gli allegati, se presenti nella e-mail che hai ricevuto, rischieresti di scaricare un'applicazione spyware o un virus

giovedì 9 luglio 2020

I tre setacci di Socrate

Nell'antica Grecia Socrate aveva una grande reputazione di saggezza. Un giorno venne qualcuno a trovare il grande filosofo, e gli disse:

- "Sai cosa ho appena sentito sul tuo amico?"

- "Un momento" - rispose Socrate - "Prima che me lo racconti, vorrei farti un test, quello dei tre setacci."

- "I tre setacci?"

- "Ma sì" - continuò Socrate - "Prima di raccontare ogni cosa sugli altri, è bene prendere il tempo di filtrare ciò che si vorrebbe dire. Lo chiamo il test dei tre setacci. Il primo setaccio è la verità. Hai verificato se quello che mi dirai è vero?"

- "No... ne ho solo sentito parlare..."

- "Molto bene. Quindi non sai se è la verità. Continuiamo col secondo setaccio, quello della bontà. Quello che vuoi dirmi sul mio amico, è qualcosa di buono?"

- "Ah no! Al contrario."

- "Dunque" - continuò Socrate - "Vuoi raccontarmi brutte cose su di lui e non sei nemmeno certo che siano vere. Forse puoi ancora passare il test, rimane il terzo setaccio, quello dell'utilità. E' utile che io sappia cosa mi avrebbe fatto questo amico?"

- "No, davvero."

- "Allora" - concluse Socrate - "quello che volevi raccontarmi non è né vero, né buono, né utile; perché volevi dirmelo?"

Morale: se ciascuno potesse meditare e mettere in pratica questo piccolo test, molto probabilmente il mondo sarebbe un posto migliore.

giovedì 25 giugno 2020

The Great Hack - Privacy violata


Un documentario sul mondo oscuro del crimine informatico, che mette in evidenza un episodio in cui i dati personali di milioni di utenti di Facebook sono stati utilizzati in modo improprio nella primavera del 2018.

KAISER, ex dipendente di Cambridge Analytica, è una dei protagonisti di The Great Hack di Jehane Noujaim e Karim Amer, il documentario da poco disponibile su Netflix che indaga proprio la vicenda dell’azienda – o meglio la «macchina da propaganda» come la chiama un altro ex dipendente – che ha prestato i suoi servizi alla campagna di Trump e a quella pro leave nel referendum sulla Brexit. E lo ha fatto usando i dati ottenuti da Facebook per bombardare gli elettori con narrative create su misura per loro, con lo scopo di pilotarne il voto. Un processo complesso e allo stesso tempo semplicissimo, basato sull’infinito potenziale affabulatorio e divisivo di quella rete nata con il sogno di unirci.

https://ilmanifesto.it/the-great-hack-e-la-minaccia-dei-big-data/

Il documentario ha il merito di illustrare con maggior chiarezza possibile uno dei principali pericoli del nostro tempo, ma resta inerte di fronte a un personaggio contraddittorio – Kaiser – che si serve della camera dei registi con scaltrezza, dettando le regole del gioco.



martedì 9 giugno 2020

Il Volo dei Gabbiani by Dante


Il volo dei gabbiani

L'acqua era calma come l'olio, ma a mio parere sembrava agitata.
Non era una semplice impressione, ma una predizione vera e propria.

Mi capitava sempre più spesso di prevedere il futuro.

Ricordo quando riuscii a salvare una ragazza da un incidente stradale; però pensai subito di non aver fatto bene a salvarla, perché era come cambiare il corso alla storia.
Aspettai poco e mi accorsi di aver azzeccato di nuovo, infatti il mare iniziò ad agitarsi.
Vivevo ormai da qualche anno come un eremita, lasciando alle spalle una normale vita, per una vita da barbone, in giro per il mondo, alla ricerca del mio destino.Tempo addietro, pensai di ricercare il mio destino nella Fede, ma lassù nessuno aveva compassione di me.

Ogni volta che mi concentravo e riuscivo a predire il futuro, sentivo che una parte di me moriva contemporaneamente.
Ora mi trovavo in riva al mare, perché forse il contatto con la natura, avrebbe aiutato a rilassare la mia mente.Era molto rilassante essere accarezzato da quel vento tiepido; il mio sguardo si posò su dei gabbiani in volo.

Era fantastico, i gabbiani volavano contro vento, senza muovere le ali.
Avrei potuto avere una vita agiata come la loro, predicendo il futuro alla gente, avrei vissuto di rendita, ma questo non era il mio destino.
L'aria di mare mi stava dando un certo effetto sulla pelle.
Mi resi conto che la mia pelle stava subendo una trasformazione, mi stavano spuntando le piume.
Per la prima e ultima volta nella mia vita, mi predissi il futuro.

Uno sbaglio fatale era stato commesso alla mia nascita, forse chi era destinato a questo, era stato indeciso su chi sarei dovuto essere, ed ora lo sapevo, sarei dovuto essere un gabbiano ed ora lo stavo diventando. Sarei vissuto per sempre con la natura.
Stavo volando, un volo che mi ricordò per l'ultima volta, la mia vita da uomo.

by Dante


venerdì 5 giugno 2020

Delocalizzare

 

Cosa significa il termine delocalizzazione della produzione?

Con il termine di delocalizzazione della produzione si intende il trasferimento della produzione di beni e/o servizi in altri paesi, in genere in via di sviluppo o in transizione. Più precisamente ci si riferisce ad uno spostamento della produzione da imprese poste sul territorio di un determinato paese, ad altre localizzate all’estero. La produzione che si ottiene a seguito di questo spostamento dell’attività non è venduta direttamente sul mercato ma viene acquisita dall’impresa che opera nel paese d’origine per poi essere venduta con il proprio marchio.

Negli ultimi anni il numero delle aziende che ricorrono alla delocalizzazione è aumentata in misura rilevante per i diversi vantaggi che comporta sui profitti aziendali.

https://www.verafinanza.com/delocalizzare-la-produzione-conviene-oppure-no/

E se tutte queste misure anticovid fossero svantaggiose per il datore di lavoro?

L'immagine può contenere: una o più persone e persone in piedi

Sei sicuro che produrre all’estero sia la soluzione migliore? D’accordo, i costi sono molto più bassi, ma la qualità alla quale rinunci? Ascolta, nella mia esperienza ho visto che l’innovazione è il fattore decisivo nel mercato di oggi e che delocalizzare può essere pericoloso. Ti racconto tutto in questo nuovo video.


lunedì 11 maggio 2020

L'uomo è un virus per il Pianeta

 

"Desidero condividere con te una geniale intuizione che ho avuto, durante la mia missione qui. Mi è capitato mentre cercavo di classificare la vostra specie. Improvvisamente ho capito che voi non siete dei veri mammiferi: tutti i mammiferi di questo pianeta d'istinto sviluppano un naturale equilibrio con l'ambiente circostante, cosa che voi umani non fate. Vi insediate in una zona e vi moltiplicate, vi moltiplicate finché ogni risorsa naturale non si esaurisce. E l'unico modo in cui sapete sopravvivere è quello di spostarvi in un'altra zona ricca. C'è un altro organismo su questo pianeta che adotta lo stesso comportamento, e sai qual è? Il virus. Gli esseri umani sono un'infezione estesa, un cancro per questo pianeta: siete una piaga."

 

mercoledì 15 aprile 2020

Quando Google ha incontrato Wikileaks


Nel giugno 2011 Julian Assange ricevette un insolito visitatore: il presidente di Google Eric Schmidt, giunto dall'America a Ellingham Hall, la casa di campagna del Norfolk dove Assange si trovava agli arresti domiciliari. Il leader della più famosa organizzazione antagonista di editoria on line e il miliardario alla guida del più vasto impero globale dell'informazione si sono misurati per ore sui principali problemi politici che affliggono la società e sulle soluzioni tecnologiche offerte dalla digitalizzazione del mondo - dalla primavera araba ai bitcoin - secondo due prospettive radicalmente opposte: per Assange, il potere liberatorio di internet si fonda sulla sua libertà e sull'indipendenza assoluta da qualunque Stato; per Schmidt, l'emancipazione coincide con gli obiettivi di politica estera degli Usa e punta a connettere i paesi non occidentali alle imprese e ai mercati occidentali. Si è così instaurato un braccio di ferro sul futuro di internet, divenuto nel tempo ancora più impegnativo. Quando Google ha incontrato WikiLeaks presenta la storia di questo incontro. Affascinante e allarmante, il libro contiene una trascrizione annotata della loro conversazione e una quantità di nuovi testi scritti appositamente da Assange, che offrono una sintesi straordinariamente efficace della sua visione del futuro di internet. 



sabato 4 aprile 2020

Corrado Malanga - Coronavirus

In questo scenario di "non ritorno", di crisi mondiale dei valori, dei costumi e di una politica scellerata, votata al consumismo sfrenato, in un susseguirsi di eventi catastrofici dal punto di vista ecologico, scientifico e sociologico, e di misure inadeguate troppo spesso, in situazione di emergenza come queste, non solo hanno accelerato il processo organico del Virus "aiutato" a detta del professor Malanga in un laboratorio da parte dell'uomo, ma per entropia" anche la coscienza che per quanto ribolla in un clima di paure e smarrimento, trova sempre l'occasione in tempi difficili la possibilità di guardare a se stessa, forse addirittura essa stessa le crea affinché questo avvenga. Quindi se vogliamo, un'occasione idonea per pensare e riflettere maggiormente in un questo spazio "rallentato" dando modo alla consapevolezza di progredire, anche la dove l'elite in un clima di paura e terrore da sempre cerca di rallentarne il naturale processo.