giovedì 14 febbraio 2019

Sia lodato l’otto per mille


Sia lodato l’otto per mille. Così la Chiesa si pappa tutto. 

Al Vaticano un miliardo, allo Stato 175 milioni.


di Carmine Gazzanni.

http://www.lanotiziagiornale.it/sia-lodato-lotto-per-mille-cosi-la-chiesa-si-pappa-tutto-al-vaticano-un-miliardo-allo-stato-175-milioni/

C’è evidentemente qualcosa che non va nel momento in cui il 35% dei contribuenti scelgono espressamente la Chiesa cattolica come beneficiaria dell’otto per mille della propria dichiarazione dei redditi, e la stessa Chiesa finisce, però, col papparsi l’81% dell’intera torta a disposizione. In soldoni: un miliardo 5 milioni e rotti di euro, frutto più della quota non espressa che di quella optata. Mai andare contro Santa Romana Chiesa, però: le istituzioni non hanno mai pensato di mettere mano alla normativa che regola il meccanismo dell’otto per mille, nonostante svariati solleciti. Nel 2014 (e poi ancora nel 2015) la Corte dei conti ha detto senza mezzi termini che è “opportuna una rinegoziazione” tra Stato e confessioni religiose (oltre la Chiesa cattolica, che fa la parte del leone, ci sono altri 10 istituti). In quella stessa relazione, infatti, i magistrati sottolineavano come “il sistema risulta non del tutto rispettoso dei principi di proporzionalità, di volontarietà e di uguaglianza”. E non solo per la nota e clamorosa distinzione, mai colmata, tra “optanti” e “contribuenti”. C’è dell’altro. “In un periodo di generalizzata riduzione delle spese sociali a causa della congiuntura economica – si legge in quelle relazioni – le contribuzioni a favore delle confessioni continuano, in controtendenza, ad incrementarsi, avendo, da tempo, superato ampiamente il miliardo di euro annui, senza che lo Stato abbia provveduto ad attivare le procedure di revisione di un sistema che diviene sempre più gravoso per l’erario”. Un sistema che, introdotto nel 1985, è vecchio di 33 anni. È indubbio, in altre parole, “un rafforzamento economico senza precedenti della Chiesa italiana”. D’altronde, già nella relazione della Commissione paritetica Italia-Cei del 1996 si leggeva che “non si può disconoscere che la quota dell’otto per mille si sta avvicinando a valori, superati i quali, potrebbe rendersi opportuna una proposta di revisione”. Sarà mai stata fatta? Ovviamente no. E il risultato è che il contributo delle confessioni religiose è passato da complessivi 209 milioni del 1990, ad oltre 1,2 miliardi nel 2018.

Chi si siede a tavola – Ma a questo punto entriamo più nel dettaglio. Secondo i dati del dipartimento Finanze del ministero dell’Economia, le scelte espresse valide sono poco più di 17 milioni, quelle non espresse superano i 22 milioni. Basterebbe questo per capire che più di qualcosa non torna. Fatto sta che per il 2018 la Chiesa godrà come detto di oltre un miliardo di euro. Una cifra monstre, soprattutto se paragonata a quella delle altre confessioni. Dai 32 milioni che andranno ai valdesi fino ai 4 e rotti di cui godrà l’Unione comunità ebraiche italiane, per passare agli 8,7 dell’Unione Buddhista italiana e ai 3,9 della Chiesa evangelica luterana in Italia. C’è da dire, altro particolare, che dal 2020 (anno in cui verrà, secondo le stime del Mef, assegnato l’otto per mille relativo alla dichiarazione dei redditi 2016) siederà al tavolo dell’otto per mille anche una new entry: la Soka Gakkai. La confessione religiosa – in realtà una brancadel buddhismo, nonostante tra i beneficiari già ci sia, come detto, l’Ubi secondo i calcoli godrà di 52.777 scelte espresse. Difficile dire a quanto economicamente corrisponda tale dato. Certo è che la comunità ebraica, che si muove su scelte espresse simili, gode, come detto, di una fetta che vale oltre 4 milioni. è plausibile, dunque, supporre che, se le cose non dovessero mutare (come pare), anche la Soka arriverà a percepire una cifra ditale sorta. Non male.
 
E lo Stato? – A questo punto la domanda: e lo Stato? Nelle casse pubbliche, ahinoi, entreranno solo 175 milioni (l’anno scorso erano 190). E perché mai un deficit così vasto con la Chiesa? La ragione va ritrovata non solo nel sistema che sarebbe da aggiornare, ma anche nel fatto che, come sottolineato sempre dalla Corte dei conti, lo Stato è “l’unico competitore che non sensibilizza l’opinione pubblica sulle proprie attività e che non promuove i propri progetti”, tanto che “non si sono promosse specifiche campagne pubblicitarie di tipo diffuso sui media”. Insomma, un interesse scarso. O, meglio, genuflesso.
 

martedì 12 febbraio 2019

Il saluto


Devo dire che in genere mi viene attribuita una certa pazienza e/o clemenza nei confronti degli altrui comportamenti, e mi riferisco ovviamente a quelli un po’ troppo esuberanti e/o provocatori. Non so se questo corrisponda al vero (o se forse sia più che altro una sorta di deformazione professionale), certo è che, per contro, sono particolarmente insofferente ed intollerante verso le persone che - ed è l’argomento del quale parliamo oggi - negano il proprio saluto.
In termini psicologici (e qui tutto è ovviamente trattato sotto questa lente), mi interessa poco il fatto che questa sia una manifestazione di evidente maleducazione: a me interessa invece sottolineare con voi i significati sociali di questo gesto così quotidiano e così importante.Partiamo da un concetto di base imprescindibile: salutare qualcuno, con il quale ci si imbatte, vuol dire fondamentalmente riconoscergli una identità. E’ un po’ come dire “Tu, per me, esisti; hai un nome, un cognome e un ruolo nella mia vita… ed anche se non dovessi sapere come ti chiami, ti conoscessi solo di vista o qualcuno mi avesse semplicemente parlato di te, questo è bastato per aver occupato un piccolo spazio nella mia rubrica personale di contatti”.Questa definizione, che ognuno di noi ha intrinsecamente in testa, anche se probabilmente non ci si è mai soffermato in maniera così molecolare, è fondamentale per consentirci di interpretare correttamente ciò che poi accade nella realtà di tutti i giorni e quindi per formarci anche una opinione e un giudizio sul comportamento del prossimo. Sì, perché, se è vero ciò che abbiamo appena sostenuto, coloro che ci negano il loro saluto, in realtà CI STANNO NEGANDO UNA IDENTITA'!In altre parole, vogliono farci sapere che noi - per loro - non esistiamo! E non mi riferisco a quei soggetti che non ci salutano perché disattenti, persi nei loro pensieri, particolarmente timidi, palesemente impegnati in altro, ecc.: No...! Parlo di quegli irriducibili che quando li incontri, li saluti, e loro o abbassano la testa o la girano (i più prepotenti continuano addirittura a guardarti) e… NON RISPONDONO al saluto! 
Come si capisce facilmente, questa è una presa di posizione che, in assenza di motivi più che solidi, è particolarmente grave e che personalmente non mi sento di giustificare mai. Anzi, vi confesso che il disappunto per questa scortesia, evitabile con poco sforzo (non è il massimo, ma mi accontenterei anche di un saluto poco sentito!) mi irrita molto! Certo, il tema del saluto, purtroppo non si esaurisce solo con il fatto che venga o non venga corrisposto. Esistono una serie di convenzioni sociali e culturali che si sono stratificate nel tempo e che determinano il copione e le regole di come ci si saluta. Non sono regole scritte e/o necessariamente apprese formalmente, ma tutti le conosciamo (e quasi tutti, nella maggior parte dei casi, le adottiamo).Ne citiamo almeno due, premettendo che in questo caso la cultura di appartenenza svolge una importante influenza, tanto che basta già allontanarsi di una regione (se non di una provincia) per trovare usi e costumi più o meno sensibilmente differenti:

1. Salutare per primi è un gesto di deferenza: la persona meno importante e/o più giovane tra le due (assegnando d’ufficio all’anzianità una sorta di “senority”) deve essere la prima a salutare (es. l’impiegato col proprio capo).

2. Salutare con maggiore entusiasmo/vigore è segno di opportunità: la persona che, tra le due, ha maggiore “bisogno” dell’altra (in tutte le accezioni che vogliamo dare a questo termine), deve mettere più entusiasmo nel saluto (es. il paziente col proprio medico)Ecco, anche rispetto a queste pseudo-regole ci sarebbe parecchio da dire… Il rischio infatti è quello di restare ingabbiati in un cliché, che ci piove dall’alto, al quale pensiamo di doverci per forza uniformare e che invece applicato empiricamente non è né produttivo né utile.
Pensiamo ad esempio che bel segnale arriverebbe da un responsabile di un ufficio che saluta con entusiasmo un proprio collaboratore… O un anziano che per primo saluta un gruppo di ragazzini… Se l’intento è autentico, perché soffocarlo in nome di un non meglio identificato codice comportamentale? In conclusione, il saluto è connaturato alla nostra condizione di animali sociali, ed è il biglietto da visita che anticipa tutte le nostre interazioni (la buona educazione ci dice che si parte sempre da lì, no?) agevolandole o spesso compromettendole sul nascere. Tutto questo è già di per sé sufficiente per riporre più consapevolezza e più valore in questo gesto che, come dicevano saggiamente i nostri nonni “…ancora non si paga”!!!
 

domenica 27 gennaio 2019

Test : scegli il colore dell'albero

Il colore dell'albero svela un lato del tuo carattere.

Ecco un test curioso che svela un lato del proprio carattere, magari quello nascosto che non si sapeva di avere.


1) Malinconia

Se hai scelto il primo albero è perché sei una persona che tende alla malinconia. A volte, ti ritrovi a rimpiangere il passato e anche se guardi la vita con ottimismo mantieni sempre una vena nostalgica. Il tuo desiderio è spesso quello di tornare ai vecchi momenti. La tua sfida più grande è guardare al presente e al futuro senza timore.

2) Entusiasmo

Se hai scelto il secondo albero, sei una persona entusiasta. Per te, la vita è una sfida costante e tu vuoi davvero prenderla a morsi. Ogni nuova avventura ti dà adrenalina, ti rendere felice, ma a volte ti lasci trasportare troppo e prendi decisioni affrettate. La tua sfida più grande è quella di imparare a ponderare le situazioni.

3) Ansia

Se hai scelto il terzo albero, l'ansia è purtroppo la tua migliore amica. Mentre la tua testa è in continuo movimento, lei sta lì pronta a colpire. Sei una persona che si prende cura delle persone che ti stanno accanto e delle cose, per questo tendi sempre ad essere preoccupato. La tua sfida è quella di delegare ogni tanto le responsabilità e non caricarti di angoscia.

4) Empatia

Se hai scelto l'ultimo albero, sei una persona molto empatica. Passi la vita a metterti nei panni dell'altro, per questo la tua personalità è un po' lunatica. Ti adatti agli ambienti, alle amicizie, alle esigenze altrui, ma il rischio è sempre quello di perdere la propria essenza. La tua sfida è di rimanere te stesso senza trascurare chi ti ama.

 

sabato 19 gennaio 2019

Telegram perchè usarlo ?

1. Registrazione intuitiva e contatti facilmente reperibili
2. Disponibile su qualsiasi piattaforma (altro che WhatsApp Web)
3. Condivisione senza limiti (o quasi)
4. Sicurezza ad altissimo livello
5. Supergruppi ed emoji personalizzabili


https://www.androidpit.it/telegram-migliore-whatsapp-motivi

Usare i nickname

Mentre per WhatsApp è necessario aggiungere un numero di telefono per poter parlare con un altro utente, in Telegram potete anche impostare un nickname. In questo modo basterà digitare @nickname per cercare una persona che non è neanche nella vostra rubrica contatti, e iniziare a parlarci!
Canali, gruppi e super gruppi

Mentre WhatsApp ha i messaggi di broadcasting, Telegram ha i canali. Si tratta di uno strumento per trasmettere i messaggi ad un vasto pubblico. Il canale ha un nome permanente (ID) e può avere un numero illimitato di membri: è possibile creare canali pubblici o privati, in base alle proprie esigenze, e sono molto utilizzati da servizi o siti web. I gruppi, invece, si suddividono in gruppi e super gruppi. I gruppi di Telegram sono ideali per condividere contenuti con gli amici e la famiglia, o collaboratori in piccoli team. Possono avere fino a 200 membri e per impostazioni predefinita chiunque può invitare nuove persone e cambiare il nome e la foto del gruppo.

Se il gruppo cresce e si espande, si può aggiornare e renderlo un supergruppo più centralizzato. I Supergruppi possono avere fino a 5000 membri e hanno una cronologia unificata, i messaggi eliminati scompaiono per tutti.

Bot

Altro punto di forza di Telegram sono i bot, ovvero dei contatti automatici in grado di eseguire per noi numerose azioni semplicemente dall’interno della conversazione.


https://www.chimerarevo.com/guide/android/perche-usare-telegram-whatsapp-222809/

Le migliori 10 società al mondo responsabili dei test sulla sicurezza informatica e protezione dei dati sensibili, hanno testato 10 applicazioni di messaggistica. Il risultato finale è stato: vincitore assoluto con 10 test superati su 10 TELEGRAM, mentre Whatsapp, Viber e co... non hanno superato 9 dei 10 test, nemmeno quelli più elementari.
A questo punto, dire che Telegram è la copia uguale e "spiccicata" di Whatsapp mi sembra un tantino azzardato. Al di là dello spazio in cui inserire i caratteri, Telegram condivide ZERO con whatsapp, incluse le faccine che sono totalmente diverse, migliori e numerose. Il problema è che se domani il leader dei The Vamps (gruppo pop inglese del momento, tante per dirne uno), dicesse di usare Telegram, allora tutti ad installare Telegram.... Siccome Whatsapp era sponsorizzata in TV a suon di dollaroni da noti personaggi dello spettacolo, ecco che tutti si son fatti infinocchiare. Ovviamente di ignoranti ce ne sono tanti ed è difficile, osservando in giro, trovare uno (UNO) che sia capace di ragionare con la propria testa e prendere decisioni che siano diverse da quelle della massa! Se uno della massa decide di suicidarsi, tutti pronti a seguirlo....


Esempi di  Canali :

  • Ansagram – Come potrai immaginare da solo, si tratta del canale ufficiale Telegram dell’ANSA. Qui trovi davvero una marea di contenuti, aggiornati costantemente, e soprattutto troverai solo news affidabili (data l’importanza della fonte).
  • La Stampa e Repubblica – Anche qui c’è ben poco da immaginare: parliamo, infatti, dei due canali ufficiali Telegram delle note testate giornalistiche italiane.
  • PRISMA – Se sei un appassionato di politica italiana ed estera e di economia, allora troverai in questo canale un validissimo alleato per la tua dose di informazione quotidiana.
  • Notizie – tutte le ultime news dall’Italia e dal mondo.
  • Meteo – Che tempo farà domani? Nel weekend potrai concederti una scampagnata senza il rischio di diluvio? Per saperlo, ti basta aggiungerti al canale ufficiale del Meteo.
  • Serie A TIM – Non potremmo che cominciare da uno dei gruppi in assoluto più ricercati sul calcio. Se sei un amante del pallone, qui troverai di tutto e di più: dai risultati alle classifiche aggiornate in tempo reale.
  • Il Corriere dello Sport – Qui c’è poco da aggiungere: se vuoi approfondire i contenuti calcistici e sportivi, cosa c’è di meglio del canale Telegram del Corsport?
  • Notizie MotoGP – Non solo calcio, dato che in Italia sono tantissimi gli appassionati di motociclette. Anche tu lo sei? Allora questo è il canale che fa per te.
  • Tutto il calcio minuto per minuto – Un altro fantastico canale dedicato esclusivamente al gioco del pallone.
  • Sport Notizie – Dovevamo per forza includere anche questo canale, per andare incontro agli utenti amanti dello sport in genere, e non solo della Serie A o del MotoGP. 
  • Wired Italia – Non puoi dirti un appassionato di tecnologia, senza conoscere Wired: ovvero una delle riviste tech più famose al mondo. Se desideri seguire tutte le news pubblicate dalla redazione italiana, ti basta iscriverti a questo canale Telegram.
  • MioAndroid e AppleItalia – Oggi la tecnologia è sempre più mobile: sono tantissimi gli utenti che ogni giorno cercano di mantenersi aggiornati sulle novità firmate Android e Apple. Ebbene, questi due canali bastano per soddisfare ogni desiderio in tal senso.
  • WindowsITA – Dopo aver parlato di Apple e Android, sarebbe proprio ingiusto escludere dalla lista il miglior canale Telegram dedicato a Windows.
  • Linux Italian Community – Non solo Windows ed Apple: questo è il canale appartenente alla community italiana del famoso sistema operativo open source. Se stai cercando news e tutorial, questo è il posto che fa al caso tuo.
  • Scontista – dal nome si intuisce qualcosa.
Consiglio: i canali pubblicizzano altri canali, controllateli, perchè molto probabilmente troverete canali non pubblicizzati per ovvi motivi, perchè sono ai limiti della legge.

Alcuni esempi : https://t.me/DeepWebITA oppure questo https://t.me/disagio8

 

giovedì 3 gennaio 2019

Test Personalità


La prima differenza che individuerete nelle due immagini apparentemente uguali, racconterà qualcosa di molto importante su di voi.

Il test è molto interessante perché utilizza le nostre capacità di osservazione e ci aiuta a capire, di conseguenza, quali caratteristiche nasconde la nostra personalità.
Quello che bisogna fare è molto semplice: dare un’occhiata veloce alle immagini e appuntare quale differenza si nota per prima. Andiamo quindi a leggere cosa ci dicono gli esperti!
1- Le code delle volpi
Ci segnala una persona davvero speciale, con un cuore molto nobile.
Preoccupata per le persone della sua vita, fa sempre del suo meglio per aiutarle nelle loro sfide.
Una mente capace di analizzare ogni possibilità per trovare una soluzione efficace ed equa dei vari problemi.
2- Le orecchie delle volpi
Una persona dettagliata e misteriosa.
Pienamente responsabile dei suoi impegni, preferisce non rivelare molto di sé agli altri senza conoscerli bene, perché apprezza molto la propria reputazione.
Una maggiore fiducia nel prossimo gioverà nelle relazioni, sia personali che di lavoro. 
3- Il sole
Una persona molto calma e paziente.
Non importa quali siano le circostanze della vita, riesce sempre a riflettere e ad usare la saggezza per trovare la risposta giusta.
Inoltre, non vivendo di fretta, sa godersi ancora di più i felici momenti della vita.
4- I fiori
Una persona che dà importanza alle cose più semplici, quelle che molti scelgono di ignorare perdendo così una nuova prospettiva nella vita.
In grado di rendere la giornata di qualcuno più felice con poche parole o solo con un abbraccio.
Persona empatica in grado di capire le persone semplicemente guardandole negli occhi.
5- Gli uccelli
Un’anima libera, che vive alla leggera ed è capace di seguire il flusso delle cose.
Impegnata nelle varie situazioni che incontra, è capace di guardare il bicchiere mezzo pieno, senza perdersi d’animo ma affrontando le situazioni quando si presentano.

lunedì 31 dicembre 2018

Lettera aperta al Sindacato

 
 
Buon Natale a tutti i miei contatti amici e non.....ed anche a voi Sindacalisti!

Cari Sindacalisti, ma voi sapete a che serve un sindacato????!!!!!!

Lo sapete che una volta il Sindacato organizzava anche una struttura che portava il nome di "LEGA DEI DISOCCUPATI"??????!!!!!

E sapete cosa significa essere "disoccupato"?????!!!!!!

Essere disoccupato... significa essere povero, non avere i mezzi per sopravvivere!!!!!!!!!!!!

E pensate di mobilitare il Paese contro una Legge che finalmente, per la prima volta nella storia d'Italia aiuta proprio quella categoria di cittadini che Voi [si Voi tutti!!!!!!]...avreste il dovere di sostenere??!!???????????!!!!!!

Dovete sapere che Marco Travaglio, negli anni 70/80, è stato per circa 10 anni Segretario della Camera del Lavoro di una cittadina di 15mila abitanti...e la più grande preoccupazione che aveva era la difesa dei poveri, dei più deboli....e non ebbe mai un centesimo nè di stipendio nè di rimborso delle spese che sosteneva per svolgere quel compito!!!!!!!!!!!

Non certo come voi Segretari di Sindacato che andrete in pensione con oltre 10mila € al mese e che per tutto quello che fate, [ma che più spesso non fate!!!!!!!!!!]...venite lautamente ricompensati!!!!!!

Certo, da quegli anni ad oggi, molto è cambiato!!!!!

Per esempio VOI, che essendo segretari generali della CGIL/CISL/UIL e che pertanto dovreste professare ideali di sinistra o perlomeno a favore del Popolo...... avete perso per strada l'ispirazione verso quegli ideali ed avete sposato invece il principio della difesa dei "VOSTRI" interessi!!!!!!!!!!!

Di grazia, cari "compagni" sindacalisti.....mi dite cosa avete fatto contro l'abolizione dell'art. 18???????!!!!!

E mi dite cosa avete fatto contro il Jobs-act??????!!!!!

E mi dite cosa avete fatto contro il sistematico smantellamento dei diritti costituzionali dei cittadini??!?

E mi dite cosa avete fatto contro l'imbarbarimento selvaggio delle ruberie e della corruzione nella Pubblica Amministrazione????!!!!

Ve lo dico io cosa hai fatto : ASSOLUTAMENTE NULLA!!!!!!!!!!

Voi Sindacalisti, avete accettato di tutto e di più contro i lavoratori ed avete alimentato col vostro silenzio, il vertiginoso aumento della fascia dei poveri nel nostro, nel VOSTRO Paese!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Pertanto penso che fareste bene a dimettervi insieme a tutti i dirigenti di tutte le sigle sindacali, avendo platealmente e vergognosamente tradito la fiducia dei cittadini!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Domenico Dante De Renzo

(Lettera ispirata liberamente dalla lettera di Marco Travaglio ALLA "COMPAGNA" CAMUSSO SEGRETARIA GENERALE DELLA CGIL)
 
 

sabato 29 dicembre 2018

Fasi Lunari 2019 (Kremmerz)


FASI LUNARI 2019

Bari (Italy)
E016°52'44" -  N41°07'38" -  5 metri s.l.m. -  Fuso Orario GMT+1
Calcolo ora legale abilitato

L'equinozio di primavera dell'anno 2019 cade il 20 del mese di Marzo alle 21h58m di T.U.

Il solstizio d'estate dell'anno 2019 cade il 21 del mese di Giugno alle 15h53m di T.U.
 
L'equinozio d'autunno dell'anno 2019 cade il 23 del mese di Settembre alle 7h49m di T.U.

Il solstizio d'inverno dell'anno 2019 cade il 22 del mese di Dicembre alle 4h18m di T.U.

Gennaio 2019
Data                                   Fase                      Istante
06/01/2019                      Luna Nuova          02h28m
14/01/2019                      Primo Quarto         07h45m
21/01/2019                      Luna Piena           06h16m
27/01/2019                      Ultimo Quarto       22h10m

Febbraio 2019
Data                                   Fase                      Istante
04/02/2019                      Luna Nuova         22h03m
12/02/2019                      Primo Quarto        23h26m
19/02/2019                      Luna Piena          16h53m
26/02/2019                      Ultimo Quarto      12h28m

Marzo 2019
Data                                   Fase                      Istante
06/03/2019                      Luna Nuova        17h04m
14/03/2019                      Primo Quarto       11h27m
21/03/2019                      Luna Piena         02h43m
28/03/2019                      Ultimo Quarto      05h10m

Aprile 2019
Data                                   Fase                      Istante
05/04/2019                      Luna Nuova        10h50m
12/04/2019                      Primo Quarto       21h06m
19/04/2019                      Luna Piena         13h12m
27/04/2019                      Ultimo Quarto     00h18m

Maggio 2019
Data                                   Fase                      Istante
05/05/2019                      Luna Nuova        00h45m
12/05/2019                      Primo Quarto       03h12m
18/05/2019                      Luna Piena         23h11m
26/05/2019                      Ultimo Quarto     18h33m

Giugno 2019
Data                                   Fase                      Istante
03/06/2019                      Luna Nuova        12h02m
10/06/2019                      Primo Quarto       07h59m
17/06/2019                      Luna Piena         10h31m
25/06/2019                      Ultimo Quarto     11h46m

Luglio 2019
Data                                   Fase                      Istante
02/07/2019                      Luna Nuova        21h16m
09/07/2019                      Primo Quarto       12h55m
16/07/2019                      Luna Piena         23h38m
25/07/2019                      Ultimo Quarto     03h18m

Agosto 2019
 Data                                   Fase                      Istante
01/08/2019                      Luna Nuova        05h12m
07/08/2019                      Primo Quarto       19h31m
15/08/2019                      Luna Piena         14h29m
23/08/2019                      Ultimo Quarto     16h56m
30/08/2019                      Luna Nuova       12h37m

Settembre 2019
Data                                   Fase                      Istante
06/09/2019                      Primo Quarto       05h10m
14/09/2019                      Luna Piena         06h33m
22/09/2019                      Ultimo Quarto     04h41m
28/09/2019                      Luna Nuova       20h26m

Ottobre 2019
Data                                   Fase                      Istante
05/10/2019                      Primo Quarto       18h47m
13/10/2019                      Luna Piena         23h08m
21/10/2019                      Ultimo Quarto     14h39m
28/10/2019                      Luna Nuova       04h38m

Novembre 2019
Data                                   Fase                      Istante
04/11/2019                      Primo Quarto       11h23m
12/11/2019                      Luna Piena         14h34m
19/11/2019                      Ultimo Quarto     22h11m
26/11/2019                      Luna Nuova       16h05m

Dicembre 2019
Data                                   Fase                      Istante
04/12/2019                      Primo Quarto       07h58m
12/12/2019                      Luna Piena         06h12m
19/12/2019                      Ultimo Quarto     05h57m
26/12/2019                      Luna Nuova       06h13m

Gennaio 2020
Data                                   Fase                      Istante
03/01/2020                      Primo Quarto       05h45m
10/01/2020                      Luna Piena         20h21m
17/01/2020                      Ultimo Quarto     13h58m
24/01/2020                      Luna Nuova       22h42m

Le influenze lunari sul corpo umano e sui morbi – scrive Kremmerz – fanno parte di una dottrina iniziatica che fu sempre tenuta secreta. Nessuno puo’ accontentare…, per una ragione ovvia, chiunque desideri avere una chiave del metodo lunare e anche un sistema per intendere la concezione filosofica che gli antichi iniziati si formavano della terapeutica e della divisione dei morbi. Di sicuro il metodo lunare rientra in una dottrina filosofico-sacerdotale ermetica, propriamente occidentale, antichissima, plurimillenaria, le cui origini risalgono ai Caldei, sacerdoti-astrologi-medici di origine atlantidea, che a loro volta la trasmisero all’Egitto più arcaico. A quei tempi la medicina era considerata “sacra“ ed era patrimonio esclusivo di caste sacerdotali, quali quella del Tolom, collegio egizio che studiava le influenze degli astri; queste gelosamente la custodivano, la celavano al volgo e la rivelavano, al bisogno, solo in maniera codificata in occasione di attività rituali, svolte nei templi consacrati alla terapeutica, quali quelli dedicati a Kons ed a Serapide. Kons era un Dio sanatore: guariva tutti i mali e tutti i malati. Nei suoi templi, come per esempio in quello di Ur in Caldea, i malati si riunivano per ricevere un responso ai loro mali. Il sacerdote officiante si collocava in simulacri vuoti del Dio e dietro ispirazione parlava e dava risposta alle richieste. A molti malati veniva ordinato di dormire nel tempio e la notte, al buio, Kons compariva volando o camminando sopra i malati, circondato da serpenti, espressione simbolica antica della scienza terapeutica rimasta oggigiorno nel caduceo dell’arte medica e farmaceutica: coloro che venivano toccati dai serpenti avevano la certezza della guarigione. Serapide era un Dio solare, sanatore di ogni infermità, di severa condotta e larga indulgenza pei giovani, era rappresentato con un serpente attorcigliato al corpo: i postulanti entravano nel tempio a lui dedicato, denominato pertanto Serapeo e, dopo il digiuno purificatorio, assistevano al culto per ottenere la manifestazione responsiva dei sacerdoti con l’indicazione dei medicamenti o dei consigli, in genere di natura ben diversa dalle aspettative dei richiedenti. Il suo culto ebbe grande seguito in Egitto, tanto che al tempo degli Antonini esistevano ben 42 Serapei, ma ampiamente si diffuse anche in tutto il Mediterraneo. La colonizzazione greca, lo scambio culturale tra gli stessi popoli navigatori del bacino, l’invasione romana con gli incendi, la distruzione dei templi, la persecuzione e la migrazione delle caste sacerdotali ne favorirono il naturale innesto nel tessuto italico di origine tirrenico-etrusco-sabina, di derivazione atlantidea, e di tradizione pitagorica. In particolare il culto si diffuse in Campania, in seguito all’attività in questa regione di un gruppo di sacerdoti che si stabilirono nel quartiere più meridionale di Napoli, denominato in seguito Nilense, ed a Roma, presso l’Isola Tiberina, ad opera del grande medico Esculapio. Furono costruiti numerosi Serapei, il più antico a Pozzuoli e la tradizione terapeutica egizio-caldea proseguì, assorbita e sviluppata dagli arabi anche nelle loro università, quale quella di Geber in Spagna, successivamente transitando, attraverso gli studiosi cabalisti ed astrologi medioevali, a Izar, che annotò qui e là una decifrazione delle Tavole del Tolom, riportando numerose indicazioni nei suoi libri con i commenti di B-ANUR di Tebe. Giuliano Kremmerz la divulgò, modernizzandola nell’esposizione per la mentalita’ in corso, pur trasferendone fedelmente le indicazioni a lui giunte, tal quali formulate dalla tradizione terapeutica degli antichi medici sacerdoti. Questi, pur non avendo a loro disposizione strumenti quali la chimica, la microscopia e la radiologia, erano giunti alla profonda conoscenza scientifica delle Leggi della Natura intesa come Unita’ Sintetica. Infatti ogni essere trova in essa il bene e la salute nella convibrazione armonica con il tutto: creature, uomini, animali, piante, minerali, pianeti, astri e le forze tutte, visibili od invisibili che siano, compresa quella elettro-magnetica. Quest’ultima, come forza viva intereagente ed intereattiva e dotata anche di proprieta medicali, è posseduta ed emanata sotto forma di aura dall’Universo in toto ma anche da tutti i corpi viventi, stelle e pianeti compresi. Anche la Luna precisa Kremmerz, quale… esponente delle mutabilità ha … gli attributi dell’elettro-magnetismo che influisce sulla natura terrestre: aumento, diminuizione, vita vegetale ed animale; alta e bassa marea; azione sulla materia, sulle piante, sull’uomo, sul sistema nervoso, sul sonno, sul riposo, sull’esaltazione, sull’intelletto e sull’anima delle cose viventi. Inoltre Egli sostiene…Tutte le influenze planetarie e stellari sono coordinate al magnetismo terrestre del quale si conosce profanamente poco. Ora questo magnetismo terrestre che procede in coordinanza dalle influenze planetarie e stellari è omologo e coordinato al magnetismo umano…in tutte le infermita’ organiche il punto colpito è il centro magnetico del corpo organizzato, uomo, animale, piante, minerali… Se la malattia è un disordine magnetico, il medicamento deve essere un equilibrante per forza magnetica, e quando l’influenza astrale è simpatica al magnetismo di un determinato rimedio, il magnetismo aura del rimedio è convertito in corrente e sana. Cosi’ il rimedio diviene tramite virtuale, intelligente, cosciente delle sue potenzialità terapeutiche, qualunque sia la sua origine e la sua struttura, e si pone in relazione con l’organismo malato secondo le due leggi universali dei simili e dei contrari.