martedì 31 luglio 2018

Intervista al prete accusato di pedofilia


«Ho commesso un errore, lo ammetto, mi affido a Gesù e Maria». Don Paolo Glaentzer, accusato di pedofilia per abusi su una bambina di 11 anni, ha lasciato la parrocchia di San Ruffignano a Sommaia, nel Comune di Calenzano. Andrà agli arresti domiciliari nella sua casa a Bagni di Lucca. Venerdì pomeriggio un furgone ha portato via tutti i suoi averi dalla canonica. Durante il trasloco, il sacerdote ha ammesso di aver sbagliato, apparendo però in stato confusionale. “E’ stata una mia stupidità, ho avuto lo sgambetto del demonio”.

fonte : https://video.corriere.it/firenze-prete-accusato-pedofilia-confessa-ride-ci-pensera-signore/289e6dd2-9259-11e8-875a-ca5a91212c90
 
«Ci penserà il Signore»...io credo che debba pensarci la giustizia umana e non il loro amico immaginario...

giovedì 26 luglio 2018

Heavy Metalmeccanico


« The gods made heavy metal and it's never gonna die! »

« Gli dei crearono l'heavy metal ed esso non morirà mai! » 

 (Manowar, The Gods Made Heavy Metal) 

L'heavy metal (spesso abbreviato in metal, in lingua italiana letteralmente "metallo pesante"), è un genere musicale compreso nell'ambito della musica rock. Deriva dall'hard rock,ed è caratterizzato da ritmi fortemente aggressivi e da un suono potente, ottenuto attraverso l'enfatizzazione dell'amplificazione e della distorsione delle chitarre, dei bassi, o, talvolta, persino delle voci. 

Esiste una moltitudine di stili e sottogeneri dell'heavy metal; di conseguenza esistono sottogeneri più melodici e commerciali, ed altri dalle sonorità estreme e underground. Già molto popolare negli anni settanta ed ottanta, ha continuato ad avere successo nei decenni seguenti e si è inoltre diversificato in numerosi sottogeneri. 

Moltissimi sono gli artisti e i gruppi ascritti al metal, sia nei meccanismi musicali ufficiali che in ambito underground. 

Esso ha dato vita ad un movimento (cosiddetto movimento metal) prevalentemente apolitico, e sfruttava i simboli che sottolineassero una rottura con la morale vigente.

Fonte Wikipedia 


giovedì 19 luglio 2018

I più grandi sguardi della storia del cinema (VOTA)



Secondo voi chi vince ?

1. Heath Ledger - Il cavaliere oscuro
2. Jake Gyllenhaal - Donnie Darko
3. Brandon Lee - Il corvo - The Crow
4. Malcolm McDowell - Arancia meccanica
5. Anthony Perkins - Psyco
6. Jack Nicholson - Shining
7. Anthony Hopkins - Il silenzio degli innocenti




domenica 15 luglio 2018

Galaga (Namco)

Risultati immagini per galaga


Galaga (ギャラガ Gyaraga?) è un videogioco arcade di tipo sparatutto a schermata fissa, successore di Galaxian, pubblicato nel 1981 dalla Namco e successivamente convertito per diverse piattaforme domestiche. Le musiche sono di Nobuyuki Ohnogi.

 Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

 Galaga eredita dal suo predecessore gran parte delle meccaniche di gioco. Troviamo quindi ancora una volta la nostra solita navicella, limitata al solo movimento destra-sinistra alla base dello schermo, intenta a distruggere gli alieni insettoidi invasori prima che essi facciano lo stesso.
Le differenze principali rispetto a Galaxian sono:
  • la nave può sparare più rapidamente; si passa dal singolo colpo alla volta a due spari in rapida successione;
  • questa volta gli alieni non compaiono direttamente in formazione ma appaiono progressivamente dai lati dello schermo in 5 gruppi da 8 unità;
  • boss di Galaga (gli insetti verdi nella parte più alta della formazione) necessitano di due colpi per essere distrutti; il primo sortirà il solo effetto di farli passare da "verdi" a "blu";
  • boss di Galaga hanno la capacità di catturare la navicella del giocatore grazie a un "raggio traente": la navicella imprigionata andrà così a disporsi in coda al mostro che l'ha catturata, rendendolo capace di sparare 2 colpi per volta. Se il giocatore possiede un'altra "vita" potrà uccidere tale mostro, liberando la navicella che, affiancandosi a quella già in gioco, gli permetterà di sparare 2 colpi alla volta invece di uno solo;
  • Galaga è anche uno dei primi giochi ad avere un bonus stage, ovvero una schermata che ha l'unico scopo di far aumentare i punti del giocatore se questi si dimostrerà particolarmente abile. In Galaga l'intento del giocatore è quello di distruggere tutte le 40 navi nemiche che appariranno nello schermo, la difficoltà consiste nel fatto che le navi che entrano nello schermo non si disporranno in formazione ma se ne andranno definitivamente. In caso di successo il giocatore guadagnerà ben 10.000 punti bonus.
 
 
In Galaga sono presenti tre tipi di nemici, tutti con l'aspetto che ricorda gli insetti, che offriranno un punteggio diverso secondo se sono in formazione o in attacco.
  • I nemici blu danno 50 punti in formazione e 100 se attaccano.
  • I nemici rossi danno 80 punti in formazione e 160 se attaccano.
  • boss invece danno 150 punti in formazione e un punteggio in attacco che dipende dalla scorta che hanno dietro:
    • Da soli - 400 punti
    • Con una nave di scorta - 800
    • Con due navi di scorta - 1600
Solitamente vengono date vite bonus al raggiungimento di 20.000 punti, 70.000 punti e ogni qual volta si raggiungeranno ancora altri 70.000 punti.


venerdì 13 luglio 2018

Il Cavalier King (Maya)


Si tratta di un cane di taglia piccola, con un manto setoso di media lunghezza e dalle lunghe orecchie.
Il suo carattere è estremamente docile ed ubbidiente, perfettamente adatto per la vita in famiglia (anche in appartamento).
Richiede però tante attenzioni ed odia essere lasciato solo per molto tempo!
Nonostante le sue piccole dimensioni è abbastanza impegnativo in quanto ama il gioco e è sempre in continuo movimento; mai farsi ingannare dalle apparenze.
Essendo il cavalier king carattere molto giocherellone dovrete comprargli moti giochi per permettergli di “sfogare” la sua continua voglia di giocare.


Lei è Maya un cucciolo femmina di due mesi !!!

Amano correre quindi (ripetiamo nonostante siano piccolini) hanno bisogno di uscire spesso anche con lunghe passeggiate.
Un nostro piccolo consiglio è quello di stare accorti con l’alimentazione in quanto hanno la tendenza di ingrassare e questo non gioverebbe alla loro salute (soprattutto andando avanti con gli anni).
Il Cavalier King Carattere è molto adatto anche per la vita vicino ai bambini (anche se consigliamo sempre di non lasciare mai da soli un cane ed un bimbo di pochi anni).
Altro lato del suo carattere è l’amore per le comodità.
Provate a permettergli di andare su un comodo divano o addirittura su un letto con morbidi e confortevoli cuscini; non lo sposterete mai più :).
Se non lo avevate ancora capito sono cani che vivono in tutto e per tutto per il loro padrone, seguendolo addirittura in ogni angolo della casa per vedere cosa fa e come sta.
Normalmente il cavalier king carattere è molto docile e pacifica sia con gli uomini che con gli altri cani, ovviamente molto dipende dal carattere di ogni cane e dalla loro educazione.
Insomma siete davanti ad un cane dal carattere davvero eccezionale adatto a qualsiasi famiglia che ama i cani e che vorrebbe condividere il suo futuro in compagnia di un eccezionale compagno di vita.

mercoledì 11 luglio 2018

Il Vero Gesù


Sulla base della Sacra Sindone, il volto di Gesù Cristo ha lineamenti delicati e capelli lunghi. Da sempre gli occhi sono stati immaginati chiari. Ma a smontare questa immagine, ora, è arrivato uno studio di Richard Neave, inglese, esperto di scienze forensi dell’Università di Manchester. Del suo lavoro dà conto Lettera 43, che spiega come Neave afferma di aver scoperto il vero volto di Gesù: avrebbe la pelle e gli occhi scuri, un viso largo, folta barba, capelli ricci.
Rispetto alle precedenti ricerche sul volto di Gesù, quella del professore britannico si basa sullo studio di tre teschi appartenuti ad ebrei vissuti nel Nord di Israele all’epoca di Gesù: per questo lo studio dovrebbe essere più attendibile rispetto a quelli effettuati in passato. Il punto è che i tratti somatici degli uomini dell’epoca erano assai differenti rispetto a quelli del Gesù che noi conosciamo attraverso arte e pittura. Per ricostruire il presunto volto di Gesù, che potete vedere nella foto, sono state realizzate delle immagini 3D del teschio, le quali poi sono state elaborate in base alle opere artistiche dell’epoca.

Ora poniti una domanda:
 

martedì 10 luglio 2018

Le 15 cose che NON sono vere della Bibbia (Mauro Biglino)

 

Le 15 cose che secondo Mauro Biglino NON sono vere su quello che ci hanno sempre detto sulla Bibbia.

Quello che ci è stato detto sulla Bibbia è falso?

Come dico sempre nelle conferenze, io ‘faccio finta che’ gli autori biblici non abbiano inventato favole ma si siano impegnati a mettere per iscritto vicende vissute nei tempi antichi, e allora, dopo anni di traduzioni dell’ebraico masoretico, con mente libera mi sento di dire che appaiono sufficientemente fondate e quindi formulabili le seguenti affermazioni:

1) non è vero che la Bibbia è un libro di religione;

2) non è vero che la Bibbia parla di Dio: ci racconta la storia degli Elohim e le vicende del patto che uno di loro (Yahweh) ha contratto con un popolo;

3) non è vero che la Bibbia parla di creazione: a partire dal primo versetto ci racconta la storia di ciò che hanno fatto “quelli là” (gli Elohim) per attrezzarsi a vivere sulla Terra;

4) non è vero che la Bibbia parla di creazione dell’uomo intesa come atto specifico dell’onnipotenza divina: riporta interventi di ingegneria genetica (Homo sapiens, Adamo ed Eva, Noè);

5) non è vero che Adamo ed Eva sono i progenitori dell’umanità;

6) non è vero che Yahweh, il presunto Dio, ha partecipato alla ‘fabbricazione’ dell’Adam;

7) non è vero che gli alberi del gan-eden (Giardino dell'eden)  si riferivano alla conoscenza del significato di bene e male e alla vita eterna e non è vero che Adamo e Eva hanno commesso il cosiddetto Peccato originale;

8) non è vero che Yahweh, il presunto Dio, si occupava dell’umanità nella sua interezza;

9) non è vero che la Bibbia parla degli angeli come entità spirituali, anzi ci descrive i Cherubini come dei robot (per usare la terminologia impiegata dalla filologia ebraica che conosce da sempre questa verità attraverso il Talmud);

10) non è vero che la Bibbia parla di Satana/Lucifero come il principe dei demoni;

11) non è vero che la Bibbia descrive miracoli intesi come opera del soprannaturale;

12) non è vero che gli ebrei e la loro lingua esistevano come tali al tempo di Abramo (forse non è esistito neppure Abramo) e con ogni probabilità non esistevano neppure al tempo di Mosè;

13) non è vero che Yahweh ha emanato un codice etico valido per l’intera umanità;

14) non è vero che Gesù Cristo definiva “padre suo” il cosiddetto Dio biblico, cioè Yahweh;

15) non è vero che esiste “una” tradizione accreditata e universalmente accettata; le tradizioni non sono garanzia di verità, perché si annullano spesso le une con le altre.

Queste non sono verità assolute ma constatazioni che scaturiscono dalla lettura del testo. Quindi, in sostanza, e chi aspira a conoscere la verità su Dio e sui mondi spirituali la deve cercare altrove.


mercoledì 4 luglio 2018

PANSPERMIA GUIDATA


IPOTESI ALIENE PER L' INIZIO DELLA VITA SULLA TERRA. 

Francis Crick è stato forse uno degli scienziati più importanti degli ultimi due secoli.
Assieme a James Watson, fu lo scopritore della struttura a doppia elica del DNA, segnando una pietra miliare nel campo della biologia, della chimica e della medicina, ed aggiudicandosi il Nobel per la Medicina nel 1953.
Ma Francis Crick non è stato solo un fondamentale elemento per la storia della scienza moderna: assieme all'anima dello scienziato, dentro di lui albergava un'indole da visionario.
Assieme a Leslie Orgel, infatti, fu l'elaboratore di una teoria che per molti decenni è stata legata all'ambito della fantascienza e probabilmente lo è tutt'ora.
Il concetto di panspermia non era nuovo negli anni '60, circolava già dalla fine del XIX° secolo in ambiente scientifico. Francis Crick tuttavia elaborò una sua personale teoria di panspermia, la cosiddetta PANSPERMIA GUIDATA (Directed Panspermia).
Se il concetto di panspermia tradizionale prevede che gli ingredienti fondamentali della vita si siano diffusi in tutto l'universo usando come mezzo di locomozione le comete o frammenti di materia inorganica espulsi da corpi rocciosi e che hanno funzionato come vettore per trasportare la vita su altri mondi, la  è un'idea che va oltre il caos e l'evento naturale.
Secondo la teoria della PANSPERMIA GUIDATA infatti, le molecole base della vita sono state diffuse per il cosmo attraverso un atto intelligente di inseminazione.
Secondo la teoria di Crick, la vita si è diffusa attraverso un atto volontario, probabilmente frutto di una civiltà intelligente extraterrestre che ha deciso, per motivi che non ci è dato sapere ma solo ipotizzare, di spargere il seme della vita su altri mondi.
Secondo Crick e Orgel, la generazione spontanea delle molecole viventi deve essere stato un evento decisamente raro nell'universo, ma che tuttavia può accadere. Se però le ipotesi (del tempo) sulla diffusione della vita sono statisticamente accettabili, potremmo trovarci in una situazione in cui la vita si è diffusa un modo più ampio rispetto alle probabilità di una generazione spontanea di molecole viventi.
Secondo Crick, la diffusione di queste molecole potrebbe essere stato un atto volontario da parte di una civiltà extraterrestre. Ma, come lui stesso afferma dimostrando onestà e rigore scientifico, non c'è alcuna prova a sostegno di questa ipotesi, sebbene non possa essere scartata a priori.
O meglio, questo era quello che pensava prima che venissero portate delle prove sperimentali, per quanto non definitive e conclusive per spiegare come sia nata la vita sulla Terra, su come l' RNA possa evolversi in DNA dando origine ad un essere vivente complesso.
Crick affermò di essere forse stato troppo pessimista per quanto riguarda la possibilità che la vita si sia generata direttamente sulla Terra, senza tuttavia escludere la sua ipotesi di PANSPERMIA GUIDATA.
Il lancio di forme di vita microbiche nello spazio infatti non è impossibile, anche se consideriamo una civiltà dotata di una tecnologia pari alla nostra.
Per raggiungere una stella distante tra i 10 ed i 100 anni luce, e viaggiando attraverso una delle nostre tecnologie più avanzate come il VASIMR, il materiale biologico potrebbe raggiungere la sua destinazione in un periodo stimabile tra i 10.000 ed i 100.000 anni. Con una velocità pari o superiore a 300 km/secondo sulle lunghe distanze (e con la giusta quantità di carburante), un sistema solare vicino potrebbe essere raggiunto in un tempo relativamente corto se come riferimento abbiamo tempi geologici o evolutivi.
Inoltre le probabilità di sopravvivenza di forme di vita microscopiche nello spazio non sono così basse: spore, licheni, alcuni batteri ed anche forme di vita relativamente complesse come i tardigradi possono sopravvivere allo spazio ed alle radiazioni cosmiche. Se poi consideriamo la volontà di preservare questo carico biologico per un'inseminazione planetaria, non dovremmo scartare l'ipotesi di Crick dandola come impossibile.
Certo, forse è meno probabile della panspermia classica, ma le probabilità che Crick ha ipotizzato con la PANSPERMIA GUIDATA non sono trascurabili.
Siamo quindi frutto di un'inseminazione cosmica messa in atto da una civiltà extraterrestre?
E' ancora troppo presto per dirlo. Resta tuttavia il fatto che, dall' esperimento di Miller sul brodo primordiale, la teoria della panspermia ha fatto notevoli passi avanzi in quanto a credibilità e fattibilità.

www.zerofrontiere.org