mercoledì 21 dicembre 2016

Il Terrorismo è la scusa...per controllarci !!!


Non si tratta di sorveglianza di massa per prevenire il terrorismo, ma di un sistema di controllo sui civili di tutto il mondo, è questo il tema… tutte le informazioni che il governo degli Stati Uniti raccoglie sugli altri paesi è utilizzato per influenzare la politica altrui non solo quella dei regimi totalitari di Siria, Iraq, Libia, sono interessati a quello che accade in Russia, Cina, Iran. E quello che fa veramente paura è questa tendenza senza fine di voler sistemare le cose alla maniera americana”.


C’è molta passione nelle parole di Oliver Stone quando parla del suo Snowden, il film che racconta i nove anni cruciali della vita dell’informatico dell’ NSA (Agenzia di Sicurezza Nazionale) che ha il volto di Joseph Gordon-Levitt. Dal suo reclutamento nella CIA alla decisione di fornire alla stampa documenti e rivelazioni che riguardavano quello che Stone definisce senza giri di parole “la più grande azione di sorveglianza di massa”. Uscito un mese fa negli Stati Uniti dividendo i critici e ignorato dal grande pubblico (“il governo è anni che gli fa il lavaggio del cervello”), Snowden è un atto d’accusa nei confronti dell’amministrazione Obama, un tentativo di mettere in guardia lo spettatore dai rischi di questo “Grande fratello”, ma soprattutto un ritratto di quello che Stone definisce “l’uomo che alcuni avrebbero impiccato e altri avrebbero candidato al Nobel”.


Nessun commento:

Posta un commento