martedì 28 maggio 2013

Marxismo - Leninismo



Ogni tipo di rivoluzione ha bisogno del suo partito di avanguardia. La rivoluzione democratico-borghese, la rivoluzione antimperialista, la rivoluzione di liberazione nazionale possono attuarsi e raggiungere la vittoria anche sotto la direzione di partiti rivoluzionari borghesi. La rivoluzione socialista, poiché il suo compito fondamentale e immediato è quello di condurre al potere la classe operaia, può esistere e trionfare solo se è guidata da un autentico e forte partito proletario rivoluzionario.




Il marxismo–leninismo è un'ideologia comunista basata sulle teorie di Karl Marx e Vladimir Lenin che promuove la creazione e lo sviluppo di una società comunista internazionale attraverso la leadership di un partito d'avanguardia in uno stato socialista rivoluzionario in rappresentanza della dittatura del proletariato. La società marxista-leninista esclude elementi considerati borghesi, idealisti o religiosi e porta alla creazione di uno stato a partito unico; rifiuta il pluralismo partitico sostenendo che il proletariato necessiti di un solo partito di rappresentanza per l'esercizio del potere politico. Attraverso la politica del centralismo democratico, il partito comunista è l'istituzione politica suprema dello stato marxista-leninista.
Il marxismo-leninismo è un'ideologia di estrema sinistra: si basa sui principi della lotta di classe, materialismo dialettico, egualitarismo sociale ed economico, razionalismo e progresso sociale. È antiborghese, anticapitalista, anticonservatore, antifascista, anti-imperialista, anti-liberale e anti-reazionario e si oppone alla democrazia borghese. Viene comunemente riconosciuto come l'ideologia ufficiale dell'Unione Sovietica e dapprima del Comintern, fino al 1943, poi del Cominform a partire dal 1947, creata da Stalin. La scelta del nome composto mirava a far ritenere che fosse derivata dal pensiero dei due principali esponenti del comunismo. Successivamente passò a indicare le ideologie ufficiali degli altri stati del blocco sovietico, della Cina maoista e della Cuba castrista che però vi aggiunge il martismo, ossia il "complesso delle idee" di José Martí, la guida ideologica e politica dell'indipendenza dell'arcipelago caraibico.
Con il differenziarsi delle posizioni fra Unione Sovietica, Cina e Albania si andarono a creare diverse versioni del marxismo-leninismo. Quindi lo stalinismo, il maoismo, l'hoxhaismo e il castrismo sono differenti versioni del marxismo-leninismo, come pure l'ideologia dell'URSS dopo destalinizzazione.






 


Nessun commento:

Posta un commento