sabato 24 maggio 2014

Conosci te stesso - Nosce te ipsum


Nosce te ipsum (conosci te stesso) !!!


ΓΝΩΘΙΣΑΥΤΟΝ, gnôthi sautón; anche Γνῶθι σεαυτόν Gnōthi seautón

Se vogliamo agire efficacemente sulla nostra vita dobbiamo prima di tutto seguire l'ingiunzione delfica "Conosci Te Stesso" (in latino "Nosce te ipsum", in greco "Gnothi sauton", tale esortazione era scritta sulla facciata del Tempio di Apollo a Delfi): nella conoscenza di noi stessi troveremo la conoscenza dell'intero Universo e di Dio (non a caso Socrate - pensatore illuminato - diceva "Conosci te stesso e conoscerai l'universo degli Dei"), poiché ciò che è dentro di noi è riflesso specularmente fuori di noi e dunque vi è una strettissima correlazione tra micro e macrocosmo (come viene efficacemente enunciato nella Tavola Smeraldina di Ermete Trismegisto: "Ciò che è in basso è come ciò che è in alto e ciò che è in alto è come ciò che è in basso, per fare il miracolo di una cosa sola").

La Conoscenza della Realtà è un processo graduale che porta a rovesciare completamente la visione ordinaria delle cose, e questo porta a degli ampi cambiamenti nella nostra Vita, che non potrà mai più essere quella di prima. Il percorso compiuto da colui che vuole risvegliarsi, il percorso iniziatico appunto, si basa su tappe progressive che prevedono delle prove da superare ed il confronto con il proprio lato oscuro. La mitologia di tutti i tempi racconta questo percorso attraverso una sorta di unico e gigantesco mito che illustra tappa per tappa il cammino dell'eroe cioè dell'iniziato (ved. incontro n° 22); in questo cammino quattro postulati fondamentali andranno sempre tenuti a mente: sapere, osare, volere, tacere (nei tarocchi: coppe-Acqua, spade-Aria, bastoni-Fuoco, denari-Terra), senza i quali il cammino non esiste affatto!

C'è qualcosa di tremendamente sbagliato in questo sistema.
Loro pensano che non ti manca niente, ti hanno dato tutto, una casa, un lavoro, una famiglia, gli elettrodomestici, i telefonini, l'energia elettrica, il caldo d'estate, il fresco d'inverno, le ferie, il calcio, il conto in banca, il computer, internet, youtube... e cosa più importante: LA TELEVISIONE, LE VELINE, LE LETTERONZE, IL BAGAGLINO, MARIA DE FILIPPI, EMILIO FEDE, I POLITICI... e Tu!? Tu!? Essere ingrato... non sei felice!? 
Ti hanno confezionato una grande realtà, te l'hanno cucita addosso e Tu!? 
Tu ancora non sei felice... e se non sei felice è giunto il momento di fermarsi e di cercare dentro di te... e lì che c'è la risposta... più diventerai consapevole di ciò che sei... più la tua vita diventerà felice !!!



Nessun commento:

Posta un commento