sabato 1 aprile 2017

La vera storia dell'Uomo (Zecharia Sitchin)


Creazione dell’Uomo

L’estrazione dell’oro deve proseguire. Viene proposta una soluzione: «Lasciamo che Ninti, (“colei che dona la vita”) – il medico donna – crei un “lavoratore primitivo”». Ma a Ninti serve l’aiuto del capo scienziato, il quale le rivela: «L’essere che vuoi, esiste già!». Decidono dunque di estrarre i geni di un giovane Nefilim e li inseriscono nell’ovulo di un ominide catturato: una donna scimmia. Impiantano quindi l’ovulo fecondato nell’utero di una Nefilim.
Fanno varie prove, ne risultano vari errori. Nascono esseri imperfetti. Ottengono infine il “modello perfetto di Uomo”.
Altri ovuli fecondati allo stesso modo vengono impiantati in “batterie” di Nefilim donne: nascono così i primi uomini e le prime donne, i primi Homo sapiens, Adamo ed Eva, subito assegnati ai lavori nelle miniere dell’Africa meridionale.

Giardino dell’eden

All’inizio Ea confina le nuove creature nella Terra delle Miniere. Enlil ha però bisogno di trasportare alcune di loro in Mesopotamia per farle lavorare nei campi: nel “giardino dell’Eden”. A tal fine ne cattura alcune con la forza, utilizzando armi sofisticate. La nuova creatura – un ibrido – non è in grado di procreare. Ea comprende che questa è la sua occasione per guadagnarsi un nuovo alleato sulla Terra – l’Uomo – per sconfiggere il fratello dominatore e senza scrupoli. Sotto le sembianze del serpente citato nella Bibbia, è lui il dio che compie ulteriori manipolazioni genetiche sull’Uomo per consentirgli di riprodursi (il termine biblico ebraico “conoscere” significa copulare con lo scopo di procreare). Avendo mangiato il Frutto della Conoscenza, Adamo “conosce” sua moglie che gli partorisce un figlio, Caino. Infuriato, Enlil espelle entrambi dal giardino dell’Eden, dimora degli dei.

Umanità prima del diluvio

L’umanità, abbandonata a se stessa, sfrutta la conoscenza acquisita: allevamento di pecore, agricoltura, metallurgia.  Caino e i suoi discendenti costruiscono città a est della Mesopotamia. Tuttavia una serie di omicidi condanna questa stirpe umana. Ha allora inizio una discendenza più pura con Seth. E nei giorni di Enosh, suo discendente, all’umanità viene concesso il permesso di tornare nelle terre degli dei. È in questo periodo che ha inizio il sacerdozio, che vengono eretti templi, e che inizia la venerazione delle divinità.


Nessun commento:

Posta un commento