lunedì 25 luglio 2011

Salviamo l'OM, che poi tocca a voi...o a noi...



La multinazionale Kion, dentro la quale c'è anche Golden Sachs, annuncia la chiusura totale dello stabilimento. Si tratta di 320 lavoratori, 500 con l'indotto e le loro famiglie in emzzo alla strada. Le produzioni saranno trasferite in Germania, alla faccia del costo del lavoro. Solidarietà ai lavoratori in lotta contro l'ennesima multinazionale criminale che pensa di poter fare ciò che vuole...

1 commento:

  1. Tre anni fa, mio padre fu licenziato dalla fabbrica dove lavorava con la scusa che questa ultima era da dichiararsi fallita. Con la scusa della crisi, chiusero in terra napoletana per trasferirsi in Polonia dove la mano d'opera costa un decimo rispetto a qui e mio padre si è trovato disoccupato, allora, a 56 anni. Inutile dirti come si è sentito lui e come ci siamo sentiti noi della famiglia in quella situazione. Fortuna che buon sangue non mente e ci siamo tutti rimboccati le maniche per reagire.

    Mi scuso per questo commento un po' "caustico", spero non sia stato sgradito.

    RispondiElimina