martedì 1 novembre 2016

Pd dalla parte delle Banche

 

Il prestito vitalizio ipotecario è legge: il finanziamento per gli over 60 proprietari di casa.

Il Senato ha approvato la normativa che modifica l'istituto. Vuole essere un modo per garantire una fonte di liquidità ai pensionati in difficoltà o a chi ha esigenze di spesa. Prevede la sottoscrizione di un finanziamento bancario dando l'ipoteca su una casa di proprietà. Possibilità di accordarsi sul rimborso a rate o in unica soluzione, anche da parte degli eredi.
 

Gli italiani alle amministrative hanno dato un segnale di cambiamento: vogliono che si pensi ai loro interessi, non a quelli delle lobby e dei banchieri. Il Pd se ne frega e continua a fare favori alle banche ai danni dei cittadini, in questo caso dei piccoli imprenditori.


 

Il fatto che una banca possa prendersi un bene a sua discrezione, e senza passare dalla vendita in tribunale, è una gran porcata. Ecco il perchè: Un imprenditore che vuole acquistare un capannone e chiede un finanziamento alla banca, difficilmente si vedrà finanziato un importo superiore al 50% del valore immobiliare quindi, la banca finanzia il 50% avendo però una ipoteca del 100% sull'intero immobile (comodo no?). L'imprenditore a quel punto, iniziando a pagare il mutuo, non restituisce effettivamente l'importo prestato, ma restituisce gli interessi calcolati sull'intero importo in base al piano di ammortamento (la banca chiama questa prassi "MUTUO ALLA FRANCESE"). Quindi se il mutuo era di venti anni, dopo 10 anni gli interessi sono stati in maggior parte già restituiti e la banca potrà dire che il debito residuo è alto (bello no?). A quel punto, se l'imprenditore, per difficoltà, non paga più le rate e la banca può prendersi l'immobile e venderlo direttamente (senza passare dal tribunale), potrà venderlo anche solo alla cifra residua di mutuo, perchè per la banca l'importante è rientrare.  A quel punto avremo che un immobile che ad esempio valeva 1000, ed è stato finanziato per 500, ed in 10 anni è stato versato la metà del mutuo, potrebbe essere venduto, dalla banca, per rientrare, anche solo a 300. E qui "C'E' IL TRUCCO"! La banca, per rientrare, può vendere al prezzo minimo ad una società "AMICA" o DEGLI AMICI" (del quartierino): la società acquirente, una volta svincolata dalle procedure che riguardavano esclusivamente la banca e l'imprenditore, potrà vendere il bene al prezzo di maggior profitto con delle notevoli plusvalenza, senza che all'imprenditore originario vada neanche un euro. Ecco perchè è una "PORCATA", tutto questo viene fatto per poter, di fatto, lucrare su chi, per i problemi creati da scelte politiche scellerate ha scommesso tutto sul proprio lavoro. In qualità di operatore del settore posso dire che questa è una legge capestro (usurai?).

Altri esempi ? Vedetevi questo video e capirete chi è il Pd....parla Alessia Morani...secondo la quale “un anziano che non ce la fa ad arrivare a fine mese può benissimo fare un prestito vitalizio ipotecario“....



Questo è il nuovo che avanza. Queste sono le soluzioni del PD e della sua banca. Gli italiani non dormono più: il 4 dicembre è vicino.



Nessun commento:

Posta un commento