domenica 15 aprile 2018

Grigori Grabovoi e le sequenze numeriche

 
Grigori Grabovoi è nato nel Kazakistan, nel 1963. Già all’età di 5 anni iniziò a sperimentare fenomeni che gli permettevano consapevolmente di guidare a suo piacimento determinate situazioni. Solo col passare del tempo riuscì a distinguersi per le sue capacità. Grabovoi studiò dapprima matematica e meccanica e in seguito prestò servizio presso l’ente aerospaziale dell’Uzbekistan. Diventò membro dell’Accademia Internazionale dell’Informazione, membro dell’Accademia Russa delle Scienze e consigliere del Servizio Federale Aereo Russo.

È stato insignito, inoltre, con più di 40 diplomi a riconoscimento per il suo eccellente lavoro nel campo delle scienze naturali e della medicina (vedi http://www.grabovoi.de/diplome.html), ha ricevuto la medaglia d’argento dall’Accademia Russa delle Scienze Naturali e la medaglia “Pietro il Grande” per lo sviluppo delle Scienze e dell’Economia in Russia.
 

Ecco come sviluppare la tecnica :
Indicazioni per l'uso delle Sequenze Numeriche di Grigori Grabovoi. Pilotaggio della realtà e ripristino cosciente del benessere psicofisico.

1. Invocazione iniziale (necessaria per permettere all'informazione di guarigione di partire dall'anima, passare dallo spirito ed arrivare alla coscienza, per modificare il campo informativo che si traduce in risultato nell'ambiente): “Io sono nella mia anima, auguro salvezza globale e sviluppo armonico e tutto ciò che desidero è ….. [visualizzare ciò che si vuole normalizzare ed armonizzare]....
2. Mentalmente immaginate una sfera di luce bianca del diametro di un metro, all'interno della quale metterete la sequenza che intendete utilizzare.
3. Comprimete questa sfera fino a farla diventare piccola quanto pallina da tennis e posizionatela in
un punto del vostro corpo, dove intuitivamente vi sembra più adatto.
4a. Per le malattie psicofisiche: una volta inserita la sfera con la sequenza dentro il vostro corpo, immaginate che la vibrazione della sequenza numerica (specifica per la vostra malattia) inizia pian
piano a riportare il vostro organismo alla norma, all'equilibrio stabilito dal Creatore.
5. Illuminate il risultato (cioè il vostro ologramma con la sfera all'interno, per esempio) immaginando che parta un raggio bianco dal plesso solare e che esca dal terzo occhio.
6. Illuminate con la Luce del Creatore, con una luce folgorante che proviene da davanti a voi, sullo
sfondo dell'anima del Creatore, immaginando un panorama immenso come più vi aggrada. Le parole da pronunciare sono: “Illumino questo risultato con la mia luce e con la luce del Creatore, sullo sfondo dell'anima del Creatore e fisso questo risultato con la luce del Creatore.” [Immaginate una luce verticale che “frizza” l'immagine facendola diventare una foto.
7. Imprimete su questa immagine la data e l'ora (affinché la normalizzazione avvenga da adesso).
8. Spedite questa immagine nell'infinito (per esempio la potete soffiare via nel cosmo)
9. Ringraziate.
4b. Per le situazioni di vita quotidiana (es. miglioramento della situazione finanziaria) immaginate di mettere la sequenza su una scena dove vi sentite ricchi. Ripetere tutti i passaggi come sopra ma senza spedire la “foto” nell'infinito.

Alcune sequenze numeriche da utilizzare periodicamente:

• Sviluppo Personale Eterno: 9888772988. Visualizzare la sequenza numerica all'interno di
una sfera che si trasforma da blu in oro. Questo pilotaggio apre all'evoluzione continua
dell'individuo.

• Trasformazione di una situazione negativa in positiva: 1888948

• Per avere risposte immediate: 417584217888. Questa sequenza è la Fonte di Informazione
Eterna. 
Immaginate che questa sequenza brilli di una luce argentea passando sopra di voi dopo aver chiesto qualcosa. Subito dopo vi dovrebbe raggiungere un pensiero che è la risposta alla vostra domanda.

• Trasformazione di informazioni negative in positive: 19751

Quando si fa il pilotaggio per le altre persone o per il pianeta, (quest'ultimo si consiglia di farlo periodicamente per la salvezza globale e lo sviluppo armonico di tutta la Terra) pronunciare sempre il comando: “io mi sposto sul macrolivello...”


Nessun commento:

Posta un commento