venerdì 12 giugno 2015

Bisognerebbe fare un lungo esame di coscienza prima di pensare a criticare gli altri

 
Videre nostra mala non possumus, 
alii simul delinquunt, 
censores sumus

Locuzione latina del poeta Fedro.

Significato letterale:

"Non possiamo vedere i nostri sbagli ma, appena gli altri fanno errori simili, facciamo la parte dei giudici".

La critica verso gli altri ultimamente mi infastidisce sempre di più.

Non il concetto in sé, criticare è umano a volte persino utile, ma il modo di molte persone è insopportabile.

Cerchiamo di criticarci da soli per migliorare, e cerchiamo di ascoltare i "feedback" (retroazione) che ci arrivano con apertura mentale.

Non sempre ci riusciamo ma facciamo del nostro meglio.

Io parlo di chi critica senza titolo. Senza sapere, senza aver fatto nulla di meglio di chi sta criticando.

Le persone saggie lasciano le pietre per terra...

Un abbraccio a tutti...



Nessun commento:

Posta un commento