martedì 15 settembre 2015

Che fine ha fatto....il Presidente della Repubblica




Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Presidente della Repubblica Italiana, nel sistema politico italiano, è il capo dello Stato italiano e rappresenta l'unità nazionale, come stabilito dalla Costituzione italiana entrata in vigore il 1º gennaio 1948.

Il Presidente della Repubblica è un organo costituzionale eletto dal Parlamento in seduta comune, integrato da rappresentanti delle Regioni (tre per ognuna, ad eccezione della Valle d'Aosta, che ne ha uno solo, per un totale di 58) e dura in carica per sette anni. La Costituzione stabilisce che può essere eletto presidente qualsiasi cittadino/a italiano/a che abbia compiuto i cinquanta anni di età e che goda dei diritti civili e politici.

CHE FINE HA FATTO IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ? 

NON DOVREBBE ESSERE LUI A RAPPRESENTARE L'ITALIA NEL MONDO ?



Renzi vola a New York con un nuovissimo e fiammante A330 per assistere a New York alla finale femminile dell'US Open, la finalissima tutta italiana Vinci-Pennetta. Come optional sul nuovo airbus ha scelto una Play Station, così nel caso di tratte lunghe potrà giocare con il suo amico Orfini.
Il vecchio Airbus -ha detto- poiché ha già 15 anni, lo venderà all'asta su ebay con le ultime auto blu rima
ste in vendita. Invita insegnanti e operai a partecipare all'asta on line perché, per gli 80 euro di aumento che lui ha fatto, bisogna in qualche modo sdebitarsi con lo stato italiano.
Sono scoppiate le solite e stupide polemiche perché si tratta di un volo di stato molto costoso. Ma gli Italiani non sanno che lui va negli USA in realtà per esercitarsi a parlare la lingua inglese. E non sanno che per il ritorno, approfitterà del passaggio dell'ultimo F35 che ci è stato venduto dagli americani: lo piloterà lui stesso per risparmiare sui costi di spedizione. E non dite che si tratta di uno spot elettorale pagato dagli italiani! Mica lui all'arrivo ha fatto lanciare dall'aereo quintali di petali di rosa?
 

By Paolo...

Nessun commento:

Posta un commento