sabato 19 settembre 2015

Dio non c'è...ma D-io si


Ho trovato in rete questo :




Consigli x Argomentare che Dio Non Esiste

  • Sebbene tu abbia già il beneficio di pensare in maniera razionale e non lasciandoti guidare dalla fede cieca, puoi usare la tua razionalità per disinnescare molte argomentazioni. Tuttavia, non pensare che tutti i tuoi oppositori operino in questo modo, esistono partecipanti alle discussioni esperti che hanno delle argomentazioni ben sviluppate, le quali sembrano molto razionali a un primo ascolto, ma che cadono a pezzi usando una semplice strategia “dividi e conquista”.
  • Ricorda che, in quanto ateo, non hai alcun credo specifico, bensì una mancanza di fede. Non hai niente da provare oltre al fatto che il dio altrui non esiste. I teisti, invece, sostengono di sapere cosa succede quando muoiono, dunque il fardello molto più grande della dimostrazione delle prove si posa su di loro.
  • Leggi e impiega le argomentazioni tratte da “Dio non è grande”, in cui Christopher Hitchens afferma che la religione è “violenta, irrazionale, intollerante, alleata al razzismo, al tribalismo e al bigottismo, investita di ignoranza, ostile alle ricerche libere, sprezzante delle donne e coercitiva verso i bambini”. Il libro “L'illusione di Dio”, di Richard Dawkins, è una fonte eccellente delle argomentazioni razionali contro l'esistenza di una deità religiosa.
  • Un'idea è segnalare ai credenti dei fatti che permettano di giungere alla sola conclusione logica che l'esistenza di un governante supremo nell'universo è semplicemente impossibile. Puoi dire “Se Dio non può sopportare i miei peccati, allora non è onnipotente” o “Se Dio ci avesse davvero a cuore non scoppierebbero le guerre”.
  • Molti teisti domandano: “Se il big bang ha creato l'universo, allora cosa ha causato il big bang?”. Puoi rispondere “Cosa ha creato Dio?”; se ti dicono “Dio è sempre esistito e sempre esisterà”, allora hanno risposto alla loro domanda.
  • Alla fine, invece di sostenere un punto conciso, il tuo oppositore dirà spesso “Mi dispiace che finirai all'inferno”. A questo punto, ha esaurito le sue conoscenze personali del suo dogma e cerca di essere considerato come “un uomo migliore”. Un buon modo per rispondere sarebbe “Almeno sarò con i miei amici”. Benché questo possa causare uno shock, almeno ti farai una bella risata di fronte alla sua reazione. Si comporta come un idiota? Prova a rispondere dicendo “Almeno tu verrai con me”.
  • Usa la scienza come tua principale presa di posizione se ne hai le conoscenze. Ricorda che quasi tutto nella scienza può essere provato, inclusa, per esempio, l'esistenza dei protoni, degli elettroni e dei neutroni.
  • Per quanto sia piuttosto facile segnalare le mancanze nei sistemi di credo altrui, chiedere al tuo oppositore di mettere alla prova quello che credi tu con dei fatti, non con le citazioni religiose o i passaggi della Bibbia, può spesso condurlo ad arrendersi interamente.
  • Se durante il dibattito la tua controparte cita George Müller, ricordale che costui dichiarò che la sola Bibbia era il suo standard di giudizio e segnala alcuni dei maggiori ed egregi esempi di comportamento immorale che il libro sacro riconosce in quanto appropriato, come l'incesto.
  • Fai notare la somiglianza tra il Cristianesimo e la Dittatura o il partito nazionalsocialista. Ricorda la frase “Dammi retta o ti farò del male”.

Avvertenze x Argomentare che Dio Non Esiste

  • Alcune persone scelgono la religione per superare un'esperienza negativa nella loro vita, come una dipendenza o una morte tragica. Sebbene la religione possa avere un impatto positivo nelle vite delle persone e possa aiutarle nei momenti di bisogno, questo non significa che le idee che si celano dietro la fede siano vere. Se incontri qualcuno che sostiene di essere stato aiutato in questo modo, presta attenzione, giacché non vuoi offenderlo, ma non devi evitarlo o fingere di essere d'accordo.
  • Sii rispettoso. Ognuno ha il diritto di credere in quello che vuole, a meno che il credo non includa il terrorismo suicida, mettere al rogo delle donne anziane solitarie, torturare chi la pensa diversamente, ecc. Questi aspetti appartengono quasi a ogni religione.
  • Assicurati che la tua controparte sappia che non hai la necessità di seguire Dio allo scopo di avere una bussola morale. Deve essere cosciente del fatto che non ruberesti o uccideresti perché sai che è sbagliato, non perché te lo dice un libro. Leggi “Godless Morality” del Reverendo Richard Holloway.
  • A differenza degli altri sistemi di credo, se annunci il tuo ateismo, molti considereranno le tue parole come una sfida e agiranno di conseguenza.
  • Molti dei passaggi e dei consigli di questo sito sono questioni complicate. Affermarle come dato di fatto senza averne familiarità potrebbe invitare il tuo oppositore a metterle in dubbio e far dubitare anche te. Non sostenere un punto perché l'hai letto velocemente, informati bene, forma un'opinione al riguardo e poi dibatti.
  • Non devi necessariamente dibattere sul fatto che Dio non esiste con qualsiasi credente trovi sulla tua strada; i buoni amici non devono essere d'accordo su tutto per essere tali. Se cerchi sempre di istigare un litigio con i tuoi amici o di “convertirli”, preparati a farti dei nemici.
from : http://it.wikihow.com/Argomentare-che-Dio-Non-Esiste

 

Nessun commento:

Posta un commento