mercoledì 16 settembre 2015

Controllo delle Masse

 

Chi controlla il passato controlla il futuro.

Chi controlla il presente controlla il passato. 

"Noi controlliamo la materia perchè controlliamo lo spirito. La realtà sta dentro al cranio [...] Non c'è nulla che noi non possiamo fare. Invisibilità... levitazione... tutto! Io potrei librarmi di su questo pavimento come una bolla di sapone, se volessi. Non lo voglio, perchè il Partito non lo vuole. Devi mettere da parte, devi liberarti di quelle tali cognizioni ottocentesche attorno alle leggi di natura. Le facciamo noi, le leggi di natura." 

from web :

1984 è una dittatura psicologica, una struttura mentale che imprigiona l'anima, il corpo e la mente umana e li soggioga agli scopi di un ideologia eterna, quella del grande fratello...quella del partito.
1984 è una forma di dittatura perfetta politica e sociale dove un'ideologia superiore può plasmare a piacere le menti della gente. Affermare che le leggi della natura non esistono, o meglio...esistono come il partito vuole che esse siano, è possibile esclusivamente all'interno di questa dittatura poichè, attraverso i mezzi visti, viene assunto il controllo della mente da ogni punto di vista (bisogni fisici, bisogni mentali, piacere, rabbia, credenze, eventi storici ecc.)

Durante la storia dell'umanità qualcosa di vicino alla situazione descritta in 1984 l'abbiamo vissuta durante il regime del nazismo ma soprattutto durante quello del fascismo (che dal punto di vista strutturale e formale fu la dittatura più completa di tutte).
[adesso non mi metto a fare l'elenco degli eventi storici ma per rendercene conto basta pensare alle ideologie e allo spirito che fu inculcato nella testa delle persone in quel periodo...[è da notare come sia più "grave" quello inculcato dal nazismo ma anche di come sia più profondo e complesso quello inculcato dal fascismo che si occupava, proprio come in 1984, di organizzare la vita di tutti i giorni dei cittadini]

Ai giorni nostri, che non siamo schiavi di una dittatura nè perfetta, nè politica, direi che quella frase non ha senso se ci si riferisce alle "leggi della fisica" ma che prende molto significato se ci si riferisce ad altro...
 
Se ad esempio si ritorna ad un discorso di bisogni ci si rende conto che la società moderna è piena di bisogni inutili dettati da ideologie superiori che vanno aldilà della persona e della classe politica e che sono radicate nella società.
(come in 1984...il grande fratello non esiste materialmente, rappresenta solo l'ideologia sovrana che ha messo radici nella società)
 
Oggi, per esempio, perchè la gente dovrebbe avere bisogno di una Luis Vuitton? Perchè si deve avere necessità di schierarsi con certi gruppi di massa piuttosto che con altri [vedi stadi, politica, vestiti...]? 

Perchè nelle scuole c'è l'elogio all'ignoranza?
 
Per me "l'ideologia sociale" odierna non comanda di cambiare le leggi della fisica, non ci dice di "librarci come bolle di sapone" (e non ci dice neppure di credere di poterlo fare..), ma ci da un'altro genere di ordini legati più che altro a bisogni consumistici e di massificazione.
Facciamo un attimo caso a come veniamo bombardati dalle campagne pubblicitarie sia politiche che non...
 
(date un'occhiata a questi manifesti elettorali e dimmi se non ti ricordano qualcosa descritta in 1984..la faccia sorniona del grande fratello che dall'alto ti guarda e che coi suoi slogan ti accompagna.. 
N.B.:  sottolineo che è una cosa che va aldilà dei discorsi politici, non ho linkato anche i manifesti del pdl perchè per ora su internet non li ho trovati, trovo solo le parodie! Il discorso è lo stesso anche per quelli...)

Insomma...per farla breve...quella che viviamo oggi è una dittatura sociale imperfetta, quella di 1984 è invece una dittatura politica (ed in parte sociale) perfetta.
Tuttavia se facciamo i dovuti paragoni vediamo che le due cose sono più vicine di quanto inizialmente potrebbero apparire e la citazione presa dal libro presenta sfumature comuni tra il romanzo e la nostra vita reale.

Nessun commento:

Posta un commento