domenica 19 aprile 2015

La Tomba di Gesù



La tomba, nota come Tomba di Talpiot, fu scoperta nel 1980 durante la costruzione di un'abitazione. Se ne parla poco...quando si poteva benissimo studiarla di più...forse qualcuno ha paura di scoprire la verità su Gesù?

Furono trovati dieci ossari in una grotta.
Sei dei nove ossari rimanenti contengono delle iscrizioni. Gli altri tre non hanno iscrizioni.
Esse recitano come di seguito:
  • Yeshua bar Yehosef, Aramaico per "Gesù figlio di Giuseppe"
  • Maria, scritta in aramaico, ma forma latina del nome ebreo "Miriam" ("Maria")
  • Yose, diminutivo di "Giuseppe" menzionato (nella sua forma greca ιωσης "Joses") come nome di uno dei fratelli di Gesù nel Nuovo Testamento (Marco 6:3)
  • Yehuda bar Yeshua, Probabilmente aramaico per "Giuda figlio di Gesù"
  • Mariamene e Mara. Secondo i realizzatori del film questo è greco per "Maria detta la padrona." Il nome simile "Mariamne" si trova negli Atti di Filippo: Francois Bovon, professore di Storia della Religione all'Università Harvard ha suggerito nel suo studio su quel lavoro che Mariamene, o Mariamne, era il nome effettivo di Maria Maddalena.
  • Matya, Ebraico per 'Matteo'—non ritenuto Matteo l'Evangelista ma "probabilmente il marito di una delle donne i cui resti si trovavano in uno degli ossari senza iscrizioni.". I realizzatori del film affermano che esiste una prova secondo la quale Maria madre di Gesù avesse molti parenti chiamati Matteo.
Atei e agnostici non hanno paura della verità, e nemmeno della Chiesa. Casomai hanno paura che la “verità” della Chiesa sia imposta a tutti nel nome di una malintesa idea di amore, o che questo artificio fatto di parole suadenti sia costruito per dare un’idea povera, pietosa e misera di chi non crede, in sostanza per smorzarne la dignità. Atei e agnostici si limitano a sorridere della pretesa vaticana di rappresentare la verità, senza fornire alcuna evidenza e limitandosi a citare in maniera ridondante se stessi e la sterminata produzione dei secoli passati come fonte di autorità, o facendo appello all’emotività. In fondo, fin dall’inizio qualcosa non quadrava. A leggere il Vangelo, nemmeno Gesù seppe rispondere a Ponzio Pilato, quando gli fu chiesto che cos’è la verità. Figuriamoci se può saperlo il Vaticano.

Chi ha paura della verità ? 
Il Potere ha paura della verità...



Nessun commento:

Posta un commento