sabato 3 ottobre 2015

Il Maestro Zen e lo Scorpione


C'era una volta un maestro Zen il quale un giorno vide uno scorpione che stava per annegare e decise di salvarlo.

Ma non appena l'illuminato prese lo scorpione con le mani per toglierlo dall'acqua, quello lo colpì con il suo pungiglione. Per riflesso, a causa del dolore procurato dalla puntura, l'asceta lasciò la presa e l'animale cadde di nuovo nell'acqua.

Il maestro cercò di prenderlo una seconda volta ma lo scorpione lo punse nuovamente. Poco distante dal quel luogo c'era una persona che aveva visto tutta la scena, si avvicinò e con malcelato garbo disse: "Scusatemi, ma siete davvero testardo! Non capite che tutte le volte che cercherete di toglierlo dall’acqua lui vi pungerà?!"

Il maestro rispose: "È vero ciò che dite, pungere è nella natura dello scorpione, ma questo non cambierà la mia natura che è di aiutarlo."  Poi, con l’ausilio di una foglia il maestro tolse lo scorpione dall’acqua e gli salvò la vita.

Non cambiare la tua natura se qualcuno ti offende, basta prendere solamente le opportune precauzioni. 

Nessun commento:

Posta un commento